google street view

il lancio di google street life (per provare andate su google.com – quello americano – e visitate sulla mappa la città di San Francisco. Nelle strade segnate in blu potrete posizionare un omino che vi aprirà una foto della strada completa di ogni dettaglio che la moderna fotografia digitale può offrire) ha desta molto scalpore. La prinicipale preoccupazione è la privacy dei cittadini che ignari si trovano fotografati agli angoli delle strade, e riprodotti a loro insaputa su tutto internet.

devo dire che dopo avere fatto un giro per le strade di San Francisco, la prima impressione non è di un “furto” alla privacy. le immagini, persone incluse, ricordano più quei giochi come SimCity o BeachLife dove omini e donnine elettroniche si muovono come automi in un mondo tridimensionale creato dal computer. La sensazione più strana è quella di atemporalità, si perché se anche violazione della privacy dovesse esserci, sarebbe difficile deciderne il contentuto.

KLe foto non riportano ora o data, e ritrovarsi in una di quelle foto vorrebbe solo dire che si è esistiti a San Francisco in un periodo imprecisato dell’anno 2007 (o 2006?). E per caso si passava, un giorno di uno di quegli anni, proprio per uqella strada. Di giorno. Si alemno l’impressione è quella.

ma la privacy? La privacy impedirebbe a google di pubblicare la mia faccia sul web?

In ogni caso l’esperienza di google street view non è niente male, ci si fa una certa idea di come sono certi luoghi, visti solo in qualche film anni 70, o raccontati da qualche amico più fortunato.

si fa un po’ di truismo virtuale e niente più. e se anche si scoprisse la faccia della propria moglie, abbraacciata a qualche sconosciuto… beh, gli si protrebbe sempre chiedere come ha trovato il Golden Gate…

google street viewultima modifica: 2007-06-03T01:28:09+02:00da afattin
Reposta per primo quest’articolo